Se è possibile definire l'uomo in ciò che più gli appartiene, ciò appare essere il desiderio, i suoi desideri. Tuttavia questi non hanno mai goduto di un riconoscimento sociale. I desideri appaiono legati all'esclusiva sfera del privato, ognuno ha i suoi da perseguire, spesso in conflitto con quelli altrui.

Riuscire a trovare una via per offrire a ciò che - più umano di così non esiste - una legittimità sociale, è lo scopo di questo libro; il quale considerando l'idea del comunismo come ciò che sta alla base d’ogni forma di convivenza sociale, ritiene sia essa in grado di realizzare un contesto culturale tale da poter permettere ai desideri d’essere sia riconosciuti, che condivisi, in modo da offrire alla vita d'ogni uomo uno spessore meno austero e più sensibile alle molteplici voci della sua natura.



Titolo: Il comunismo dei desideri
Editore: Temperino rosso edizioni 
Genere: Saggio 
Anno prima edizione: 2016 


LIBRO ISBN 9788898894703
EBOOK ISBN 9788898894710


   

 




libro a copertina morbida 106 p. prezzo 14 €


in modo sicuro nel nostro store

Store Temperino Rosso