Valentina Delli Gatti è antropologa e attivista impegnata nelle politiche sociali e nei processi trasmigratori, combinando l'implicazione diretta con l'autoformazione e la pratica teorica. Spinta dall'interesse per gli studi post coloniali le culture e l'etnolinguistica, ha frequentato il corso di Laurea in lingue, culture e letterature straniere presso L'Orientale di Napoli. Nel 2017 ottiene il Master in Antropologia sociale all'università Complutense di Madrid dove risiede da due anni. Attualmente collabora con la rivista di divulgazione antropologica Homologos e con organizzazioni non governative per il diritto d'asilo e la cooperazione quali Cear, Oxfam e Fundacion Por Causa, dove coordina parte di un progetto di investigazione etnografica e interdisciplinare sulle relazioni tra convivenza interculturale e conflitto urbano.

Con la Temperino rosso edizioni ha pubblicato: