Elisbetta Mattioli è nata il 30 agosto del 1976 a Bologna nell’assolato mese di agosto.
Amo il mare, da tanti anni lo considero il mio amico, compagno e amante…
Adoro gli animali, soprattutto i cani, ora il mio “ammasso peloso“ si chiama Bob e proviene dal canile. In passato allevavo pesci tropicali, ma non si trattava dei classici pesci rossi, al contrario la mia attenzione cadde nei confronti di murene e pesci scorpioni, per certi versi “pericolosi”, ma capaci di infondere molta soddisfazione e li ho sempre considerati alla stregua di un gatto, oppure un cane. Amo leggere, scrivere…quando mi “prende” l’ispirazione dono la vita alla parola, anche di notte.
Adoro l'arte, il teatro e la musica
Il viaggio è parte integrante della mia vita, ho avuto la fortuna di visitare alcuni luoghi, considerati mistici. Rammento e ripeto sempre:
“Il viaggiatore osserva mentre il turista guarda“.
Oppure…: Il mondo deve essere respirato.
Adoro nuotare e fare yoga unito alla meditazione. Sono anche un’appassionata di cristallo – terapia e di esoterismo. 
Ho sempre amato giocare con la carta, da bambina ero solita fare gli origami, mentre ora mi diletto a disegnare animali, oppure creature indicatami dalla mia fantasia. 
Infine...: (si fa per dire…)
“Si deve amare quello che sa donare emozione“. 

BIBLIOGRAFIA

Ad aprile 2013, è uscito il primo libro di poesie “Nosy”, edito dalla Leonida, a  giugno 2014, è arrivata finalista al concorso di poesia erotica, promosso dalla Associazione Sensualmente (Roma) con la poesia “Ti sento”. A luglio 2014, è uscito il secondo libro di poesie “Entropia distratta”, edito da Alletti. A dicembre 2014 ha vinto il premio nazionale di narrativa erotica, “Eroticamente” promosso dalla Associazione Sensualmente (Roma) e ricevuto la menzione speciale del Presidente di Giuria. (Gianfranco Borelli). A luglio 2014, è presente con una favola “Rocco il ranocchio” nell’antologia “Il sole ha rubato i colori alla coda del gallo”, pubblicata dalla Rupe Mutevole. A ottobre 2014, è presente un racconto horror “Marilinda”, nell’antologia curata dal circolo ESESCIFI. Ad aprile 2015, è arrivata finalista, con una foto  “La natura del Peten”, vincendo anche il “premio originalità” al concorso artistico promosso dalla stessa Associazione, con la fotografia “Vilma e Pina”, nel corrente anno. A maggio 2015, è arrivata seconda, al Premio Nazionale di Filosofia, nella categoria “epitaffi funebri ironici”, promosso dall’Associazione per le pratiche filosofiche, di Certaldo. Ad agosto 2015, è uscito il terzo libro di poesie “Fiore di loto”, edito dalla Temperino rosso. Ad agosto 2015, sono usciti in formato elettronico, nelle principali piattaforme on – line, tre racconti erotici (Catia, Desiré, Profumo salato), editi dalla GDS. Ad aprile del 2016 è uscito il mio romanzo erotico intitolato “La Sacerdotessa”, sempre edito dalla GDS. A giugno 2016, è arrivata prima, al Premio Nazionale di Filosofia, nella categoria “epitaffi funebri ironici”, promosso dall’Associazione per le pratiche filosofiche, di Certaldo. Sempre a giugno 2016 è uscito il primo libro per bambini, intitolato “Trullallero”, edito dalla casa editrice Apollo. A settembre 2016 è uscito il quarto libro di poesie, intitolato “Mutazione non silente”, edito da Galassia arte di Roma. E’ continuativa la collaborazione, con l’Argo Libro, spesso i racconti sono pubblicati nelle loro Antologie, nella Rivista cartacea “Il Segnalibro”, ed anche nel sito. Altre poesie/racconti sono stati pubblicati in varie antologie, da parte di case editrici differenti. 

Con la Temperino rosso edizioni annovera la seguente pubblicazione: