Antonio Panice nasce a Napoli il 13 Giugno 1990, quindi sotto l’influenza dell’angelo La’awiyah, angelo dell’eresia. Non ha sofferto di gravi problemi familiari, sociali o psicofisici: questo fardello gli farà credere, chissà per quanto ancora, che le vie dell’Arte gli siano, in parte, precluse. Malgrado questo, la sua esistenza è finora immersa in teatro, musica, lettura, scrittura e una smodata insofferenza verso le menti chiuse e gli esiti attuali della cultura occidentale; in genere preferisce ascoltare, amare, incontrare, la solitudine e il chinotto.

Con la Temperino rosso edizioni ha pubblicato: